• 06 31059164   info@fisio2g.it
  • Via Costantino, 55 - 00145 Roma
  • Lun-Ven 10:00-20:00

Stretching adduttori

Divaricare gli arti inferiori evitando di:

  • flettere il tronco
  • portare il bacino in antiversione ovvero è necessario non inarcare la zona lombare.

Provate a far basculare il bacino in anteriorità e posteriorità per sentire la differente tensione a livello pubico.

Flettere un ginocchio mantenendo l’altro esteso, fino a sentire tensione nella zona degli adduttori (interno coscia). Mantenere la posizione per almeno 60 sec.

Da questa posizione flettete il tronco in avanti toccando con le mani a terra e sentirete la tensione che si sposta a livello del ginocchio.

Mantenete questa posizione per altri 60 sec. e ripetete tutto sul lato opposto.

Attenzione! Al termine dell’esercizio ritornare in posizione neutra lentamente poichè i tendini hanno bisogno di qualche secondo per adeguarsi nuovamente alla posizione.

E’ normale sentire un leggero fastidio per qualche secondo nell’area postero interna del ginocchio.

La seconda figura ci indica l’esercizio per lo stesso gruppo muscolare in forma più intensa. Porre un tallone su un piano rialzato, ruotare all’esterno il piede in carico e di conseguenza bacino tronco e piede sul rialzo.

Cercare di mantenere la parte del bacino dal lato dello stretching il più anteriorizzata possibile. Cercare di mantenere il tronco in una posizione il più vicina possibile alla verticale.